Barriere e sbarre automatiche: come scegliere? | Life Home Integration

 

Parlando di ingressi o uscite automatiche la prima immagine che ci viene in mente è quella di un cancello, in realtà spesso sono le barriere automatiche la soluzione più idonea per regolare e controllare in maniera sicura l’accesso di mezzi anche in aree con una discreta quantità di traffico. Si tratta, solitamente di edifici pubblici, aree residenziali private o qualsiasi struttura che abbia la necessità di impedire l’ingresso ad autoveicoli di persone non autorizzate.

Essendo le barriere più veloci di un cancello automatico, risultano per esempio molto utili per l’entrata/uscita di automezzi dalle fabbriche e magazzini durante l’orario di lavoro e di carico/scarico merce.

Orientarsi nella scelta del modello: tutto ciò che devi sapere

Dopo questa breve introduzione entriamo nel vivo dell’argomento e cerchiamo di aiutarvi nell’identificare gli elementi da tenere in considerazione per poter effettuare la scelta del modello più adatto.

Le possibilità a disposizione sono diverse e la decisione va presa principalmente sulla base di due elementi: l’intensità del traffico e la tipologia dell’utenza.

Per aree destinate all’accesso di numerosi utilizzatori è generalmente preferibile scegliere barriere in bassa tensione, che possono garantire l’apertura e chiusura in modo continuo e veloce.

Per le aree residenziali, per rendere rapido e comodo ogni spostamento, sono possibili diversi tipi di utilizzo attraverso radiocomandi, badge, trasponder.
Grazie a queste soluzioni, i residenti e gli utenti autorizzati potranno azionare l’apertura o la chiusura del cancello comodamente dall’interno della propria auto.

Un’altra modalità, normalmente utilizzata per i centri sportivi, o per le strutture alberghiere, è l’ingresso a gettone, o a tessera magnetica che sono concettualmente comunque simili al precedente.

In caso di traffico intenso inoltre è possibile velocizzare il passaggio dei mezzi grazie ai sistemi a spira magnetica. Quando il veicolo transita sopra al rilevatore posizionato sul selciato, la barriera si alza automaticamente lasciandolo passare, per poi richiudersi immediatamente.

A seconda del livello di sicurezza desiderato, oltre ai lettori a carte magnetiche o a radiofrequenza, si possono affiancare sistemi a codice, con tastiere speciali e particolarmente robuste per proteggerle da qualsiasi tentativo di manomissione.
Tutti questi sistemi possono peraltro essere collegati e monitorati da un unico centro di controllo, per raggiungere un livello di sicurezza ancora superiore. A questo proposito è bene ricordare che l’innovativa scheda di controllo Digital Life è predisposta per essere collegate a tutti i sistemi di domotica.
Aspetti tecnici da considerare nella scelta del modello

Oltre agli aspetti indicati sopra e più legati al tema dell’utenza, spostiamoci ora su un punto di vista più tecnico.
Per la scelta del tipo di barriera da utilizzare è indispensabile tenere in considerazione anche la larghezza del passaggio da delimitare.
In riferimento ai modelli della gamma Life Home Integration, a seconda dello spazio le barriere possono montare aste da 3, 4, 5 e fino a 6 metri (SUPRA MB MAX). Per aumentare la visibilità della barriera automatica è possibile scegliere un modello che possa montare i led luminosi direttamente sull’asta come la nostra SUPRA SU424.

Da notare che i tempi di apertura sono più bassi quando le barre sono corte e si allungano con l’aumentare della lunghezza delle stesse. Parliamo, comunque, di pochi secondi e si tratta sempre di tempi che non influiscono sulla sua funzione principale di rendere rapido il passaggio, anche con condizioni di traffico intenso.

Un altro aspetto degno di nota riguarda i materiali con cui sono costruite le barriere automatiche, elemento che non va sottovalutato soprattutto nel caso di climi particolarmente rigidi.

La gamma offerta da Life Home Integration, a seconda dei modelli presenta due possibilità:

– Gusci esterni in materiale plastico, sviluppato appositamente per questa applicazione, rivestito con vernici poliesteri strutturate per l’esterno.
Questa soluzione caratterizza il modello SUPRA SU424 ed è particolarmente intelligente perché la meccanica è stata studiata affinché i gusci siano facilmente sostituibili.
Il modello in questione è nato dall’ascolto delle esigenze dei nostri clienti, che in caso di urto accidentale della barriera da parte di un mezzo, richiedevano la possibilità di rimettere a nuovo con semplicità la barriera. SUPRA SU4 24 è il risultato di questa sinergia e si distingue per il suo design elegante, i due dischi lampeggianti e l’illuminazione a led integrata nella barra.

– Le altre barriere proposte da Life Home Integration sono in metallo verniciato e presentato una struttura particolarmente resistente a qualsiasi temperatura.

Tra le caratteristiche degne di nota della gamma di barriere automatiche Life ricordiamo la barra a collo d’oca del modello SUPRA MB 24 che, proprio per questa caratteristica che permette all’asta la piega a 90°, risulta essere adatta all’impiego nei parcheggi interrati in presenza quindi di soffitti particolarmente bassi.

La scelta del modello più adatto ad ogni esigenza non è una cosa semplice e immediata, per questo, il supporto clienti di Life Home Integration è sempre a disposizione per garantire a ogni cliente la massima assistenza nella ricerca delle soluzioni migliori, affinché possano apprezzare pienamente tutti i vantaggi del mondo Life Home Integration.