Come si installa un cancello automatico?

Come si installa un cancello o una porta garage automatica

 Informazioni utili prima di iniziare l’installazione di in cancello o porta garage automatica

 

Affrontiamo in quest’articolo una tematica tanto importante quanto complessa come l’installazione di un sistema di automazione per cancelli o porte garage.

Ci proponiamo in queste righe di stilare un decalogo semplice, utile ed efficace, che possa servire come check-list all’installatore delle automazioni.

Non è un caso se ci riferiamo agli installatori, perché la programmazione e l’installazione delle automazioni per cancelli, portoni e porte garage, per essere eseguita a regola d’arte e rispettare quindi tutti gli standard di sicurezza, è necessario che sia eseguita da un professionista preparato, ferrato in tutte le Direttive e le Normative Europee riguardanti la sicurezza d’uso delle porte e cancelli motorizzati.

È bene ricordare infatti che: “chi vende e motorizza una porta/cancello manuale esistente, diventa il costruttore della macchina porta o cancello motorizzata” e per questo motivo deve rigorosamente attenersi alle normative che regolano tale materia (riferimento: Direttiva Macchine 2006/42/CE).

 

Tutte le fasi per una corretta installazione di un’automazione per cancelli o porte garage

 Prima di cominciare, ci teniamo a sottolineare che, naturalmente, questo decalogo è pensato in primo luogo per l’installazione di motori Life.

  • Il primo elemento da analizzare, a monte di ogni genere di aspetto più tecnico, è quello relativo alle aspettative e alle esigenze del cliente finale.

Cosa significa?

Vanno valutati con attenzione il tipo d’uso (se intensivo o meno in considerazione del numero di aperture e chiusure ipotizzate conformemente al luogo in cui l’automazione sarà installata), il livello di sicurezza attesa (per esempio nel caso ci siano dei bambini, potrebbero essere presi degli accorgimenti ulteriori), i limiti di spesa, e gli accorgimenti estetici desiderati.

  • Fatte queste considerazioni è opportuno valutare quale sia la tipologia di installazione più efficace, prendendo in analisi alcuni elementi: la struttura del cancello o del portone, la presenza o meno di finecorsa meccanici, gli esiti di una verifica dimensionale della struttura, degli spazi, degli ingombri e delle zone da proteggere.
  • Altre valutazioni non trascurabili sono quelle legate al clima. Zone particolarmente piovose o nevose, la presenza di venti forti o temperature estreme possono richiedere degli accorgimenti particolari in fase d’installazione. Un esempio su tutti: il software che controlla la centrale di comando Life garantisce il pieno funzionamento del motore dell’automazione anche in caso di temperature estremamente rigide.
  • A questo punto è possibile scegliere il tipo di automazione: il modello, la versione 230 V o 24 V, così come anche accessori e sicurezze.
  • Si passa poi alla vera e propria fase d’installazione, cominciando dalla parte meccanica che dovrebbe comprendere i seguenti passaggi:

la valutazione del tipo di fissaggio (affinché sia idoneo alla struttura), la verifica pratica del completo e corretto movimento del cancello, il fissaggio meccanico dei motoriduttori e la regolazione dei finecorsa. Da ultimo, ma non per importanza, va verificata la corretta movimentazione e l’efficienza dello sblocco manuale.

  • Dopo la verifica meccanica si procede con la programmazione delle corse secondo l’ordine previsto e ben indicato nel manuale della centrale di comando DL Life, avendo cura che la prima manovra sia sempre in chiusura e che al termine dell’operazione sia svolta la prima verifica di funzionamento. Si consiglia di effettuare la programmazione prima di collegare gli accessori (fotocellule, selettori, pulsanti, coste di sicurezza, ).
  • Effettuata la programmazione della centralina è possibile procedere al collegamento degli accessori di sicurezza, compresi quelli che permettono, l’arresto, la chiusura, lo stop con relativa riattivazione e le fotocellule. In questa fase vanno collegati anche tutti gli accessori di segnalazione e il blocco delle ante nel caso di cancelli a battente.
  • Terminati i collegamenti elettrici è importante verificare il corretto funzionamento di tutti gli accessori e simulare il caso dell’interruzione di corrente in tutte le situazioni (cancello aperto, chiuso, in movimento ).
  • Come ultimo passaggio, si procede alla memorizzazione dei telecomandi (nel caso però in cui venga fatta la programmazione manuale è importante che già dall’inizio, e non soltanto in questa fase, venga memorizzato almeno un telecomando), alla regolazione dei tempi di richiusura automatica, della forza e della sensibilità. Tutte operazioni estremamente facili e veloci grazie alla presenza della centrale di comando Digital Life , la prima e unica centrale di comando programmabile in un solo minuto e con un semplice tocco sulla tastiera.
  • L’installatore avrà cura poi di rilasciare al cliente finale la documentazione e le certificazioni richieste dalle normative vigenti.

Life si distingue inoltre per il rapporto diretto e il supporto continuo e diretto che garantisce agli installatori che scelgono i suoi motori, con l’obiettivo di farne apprezzare pienamente vantaggi e benefici e di promuovere quindi la cultura Life intesa come valore della qualità e della cura del cliente a 360°.