Fotocellule per cancelli: funzionamento, manutenzione e consigli sulla scelta

Immagina di rientrare a casa, aprire il tuo cancello con il radiocomando, imboccare il vialetto e scoprire solo una volta che il cofano è oltre l’ingresso che il tuo cane ha deciso di sdraiarsi comodamente in mezzo al giardino ostruendoti il passaggio. Ti fermeresti all’istante, questo è sicuro: ma se dopo qualche secondo il cancello cominciasse a richiudersi perché regolato solo a tempo? Il rischio di strisciare la fiancata sarebbe più che concreto.

Non parliamo poi di dispositivi di questo tipo e bambini, perché scenari (lo sappiamo bene, non così campati in aria!) in cui il gioco diventa quello di passare velocemente oltre la soglia, proprio nell’istante prima che il cancello si chiuda del tutto, potrebbero davvero assumere connotati drammatici.

È forse grazie ad esempi concreti come questi che abbiamo modo di coglierel’importanza fondamentale delle fotocellule per cancelli automatici (sia scorrevoli, che a battente), dal momento che ci accorgiamo che impattano direttamente sul tema della sicurezza.

COSA SONO LE FOTOCELLULE E COME FUNZIONANO

Partiamo da una definizione generale per capire di cosa stiamo parlando.

La fotocellula è un apparecchio elettronico e sfrutta l’effetto fotoelettrico, il fenomeno per cui quando

un metallo è colpito da una radiazione luminosa con determinate caratteristiche emette elettroni,

producendo corrente elettrica.

La fotocellula ha diversi ambiti d’impiego: è utilizzata per la realizzazione di cancelli e porte automatiche, per allarmi e antifurti, o, anche,come moltiplicatore, ossia come strumento che amplifica l’effetto di una radiazione luminosa.

I campi di applicazione sono quindi molteplici: in questo articolo, però, cerchiamo di non allontanarci troppo dal nostro focus, e consideriamo le fotocellule per cancelli automatici sia battenti che scorrevoli. Le fotocellule sono normalmente due, un modulo trasmettitore ed un modulo ricevitore, e sono posizionate sempre una di fronte all’ altra per impedire che, quando l’automatismo è in movimento, colpisca persone, animali o mezzi che lo attraversano.

Il funzionamento è molto semplice: il trasmettitore invia un fascio di luce infrarosso al ricevitore che, quando interrotto (ovvero quando qualcuno o qualcosa attraversa le fotocellule), segnala alla centrale di comando di fermare il motore (o i motori).

Questi dispositivi sono esposti direttamente agli agenti esterni e, in alcuni casi, può succedere che smettano di funzionare; spesso, tuttavia, il mancato funzionamento può risolversi con piccoli accorgimenti, senza dover necessariamente sostituire le fotocellule.

Di seguito un breve elenco delle principali verifiche da fare per controllarne il funzionamento:

  • Rimuovere le plastiche di copertura delle fotocellule per verificare che le schede elettroniche all’interno siano pulite e non ci siano ragnatele, insetti o altro che impedisca il corretto funzionamento.
  • Verificare che non ci siano corpi estranei sul raggio di azione delle fotocellule: eventuali piante rampicanti, erbaccia e fiori possono compromettere l’operatività del cancello se cresciuti davanti alle fotocellule.
  • Se le fotocellule sono di tipo “wireless” ovvero con almeno un elemento senza fili (in genere il trasmettitore) allora potrebbe essere necessario sostituire le batterie.
  • Verificare che trasmettitore e ricevitore (i 2 elementi che compongono la fotocellula) siano allineati fra loro e che non siano stati spostati.

Visti questi accorgimenti generali, entriamo ora nel dettaglio della gamma Life.

Le fotocellule per cancelli automatici e selettori proposti da Life Home Integration si distinguono dalle altre soluzioni proposte sul mercato in particolar modo per la resistenza nel tempo e per la solidità, garantite soprattutto dal fatto che le plastiche di cui sono composte sono state studiate e realizzate direttamente presso la sua sede in provincia di Treviso.

Infatti, la filosofia Life prevede che il valore della qualità “100% Made in Italy” non venga coltivato solo in relazione ai motori, ma all’intera gamma di prodotti, incluse fotocellule e selettori.

Problemi come infiltrazione di umidità all’interno delle fotocellule o malfunzionamenti dovuti a plastiche di scarsa qualità o ad un’elettronica di basso valore, sono problemi facilmente superati con i prodotti realizzati da Life Home Integration.

Visio e Vire sono le fotocellule Life Home Integration, entrambe sincronizzate a relè, e si differenziano per il tipo di applicazione. Il modello Vire può essere inoltreincassato all’interno dei supporti a colonna Rex, disponibili in diverse misure, e nella versione a doppia altezza nel caso di passaggio di mezzi pesanti.

La gamma di selettori è composta da vari modelli: selettori con chiave come DES e DESE, selettori digitali DIXES o l’innovativa WI, pratica soluzione senza fili con sistema di codifica Rolling Code. Il selettore a tastieraWI è l’unico modello esistente sul mercato che può memorizzare ben 16 diversi codici per il collegamento di altrettanti dispositivi, quando il normale standard di memorizzazione è limitato a 4 codici.

Anche il selettore WI è quindi di certo espressione di quanto Life metta praticità e qualità in cima alla lista dei valori che ispirano, giorno dopo giorno, anno dopo anno, la realizzazione dell’intera gamma dei suoi prodotti.